Via Santa Maria della Libera, 81037 Carano di Sessa Aurunca (CE)

La liturgia della Chiesa

La liturgia della Chiesa

La liturgia della Chiesa é la celebrazione del mistero di Cristo, centro della storia della salvezza. Tutte le azioni liturgiche, con il loro coronamento nell’Eucaristia, sono celebrazioni e proiezioni di questo mistero, attualizzazioni e comunicazioni della pienezza del sacramento della salvezza, che é Cristo Gesù.
Tuttavia, appartiene a quella espressione della liturgia che é l’anni circulus, il ciclo liturgico annuale, il compito di presentare nella sua più compiuta esattezza tutto l’arco del mistero e dei misteri di Cristo nella Chiesa.
Così il Popolo di Dio, anno dopo anno, ha la possibilità di immergersi nel mistero e di riviverlo, facendo di esso il cammino del proprio mistero di salvezza.

Si può, dunque, parlare di una presenza di Cristo e dei suoi misteri nei tempi liturgici, nelle feste e nel corso dell’anno. Si tratta di una presenza nelle azioni liturgiche che la Chiesa compie in giorni determinati nel corso dell’anno per attualizzare l’opera della nostra salvezza. In definitiva, la presenza di Cristo nei tempi della celebrazione si produce e si esprime nell’assemblea riunita per la festa, nella proclamazione della Parola, negli atti sacramentali e soprattutto nell’Eucaristia. Per mezzo di queste celebrazioni Cristo si rende presente alla sua Chiesa e santifica i giorni, le settimane e gli anni.
Ma questi giorni determinati, tra i quali primeggia chiaramente la domenica, sono pure un ambito della presenza del Signore del tempo e della storia. I cristiani che celebrano la domenica e le feste, i tempi e l’anno liturgico, sono coscienti che è la totalità del tempo festivo che è inondato dalla presenza di Cristo e non soltanto il momento della celebrazione. Perciò essi “santificano” il tempo anche quando mettono in relazione al Signore ogni attività umana, familiare, culturale, sportiva, ecc., e, com’è logico, ogni attività evangelizzatrice, caritativa, spirituale e pastorale a cui si dedicano nei “giorni del Signore”.

Add Your Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *